Festival 2012

Dal 11 al 14 / OTTOBRE / 12 – Roma EUR, Piazza Elsa Morante
Centro ELSA MORANTE
>> Trova il Centro ELSA MORANTE su Google Maps

ingresso:
– performance ed installazioni: ingresso gratuito
– spettacoli: ingresso formula 4 – euro 6,00
tessera associativa valida per 4 sere
si consiglia la prenotazione

Info: 339 5954230
e-mail: organizzazione@ineuroff.it

>> Scarica il Comunicato Stampa inEURoff 2012


consulenza artistica: Paolo de Pascale
la manifestazione è realizzata con il sostegno di
ROMA CAPITALE – Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico
in collaborazione con: Centro EM / Zetema
si ringrazia il Comitato Fonte Ostiense

Il Programma

11 / 10

ore 21.30

>> TEATRO DELL’ ARGINE

Italiani Cincali !

con Mario Perrotta
– Teatro

L’emigrazione italiana nelle miniere di carbone del Belgio, raccontata attrverso un’epopea popolare, fatta di uomini scambiati con sacchi di carbone, di paesi abitati solo da donne, di lettere cariche di invenzioni per non svelare le condizioni umilianti di quel lavoro, di mogli che rispondono a quelle lettere con le parole dettate dall’unico uomo rimasto in paese: il postino.
12 / 10

ore 21.30

>> ONDADURTO TEATRO

Crash Flight

– Performance

Uno spettacolo onirico e surreale. Un vecchietto scorbutico aiutato a realizzare un sogno da un inventore e il suo goffo assistente. Una macchina che gli permetterà di prendere il volo: una giostra / macchina gestita dal vivo, dagli attori che sono performer / danzatori. E proprio quando ogni speranza sembra perduta, il nostro eroe è finalmente in grado di volare… finalmente potrà librarsi nel cielo e tornare ad essere bambino…

ore 22.00

>> MARGINE OPERATIVO

Tornare a Genova

– Multimedia

Uno spettacolo sonoro e visivo che ricostruisce attraverso le voci, i suoni, i rumori e le immagini la nostra memoria dei giorni del G8 2001. Un viaggio nella Storia del luglio 2001 accompagnati dal percorso di un bambino nelle strade di Genova nel 2011… un viaggio nella memoria con lo sguardo rivolto al presente…
13 / 10

ore 21.30

>> ONDADURTO TEATRO

Crash Flight

– Performance

Uno spettacolo onirico e surreale. Un vecchietto scorbutico aiutato a realizzare un sogno da un inventore e il suo goffo assistente. Una macchina che gli permetterà di prendere il volo: una giostra / macchina gestita dal vivo, dagli attori che sono performer / danzatori. E proprio quando ogni speranza sembra perduta, il nostro eroe è finalmente in grado di volare… finalmente potrà librarsi nel cielo e tornare ad essere bambino…

ore 22.00

>> MOTUS DANZA

Crash

– Danza

La Casa dei Gladiatori di Pompei e i suoi affreschi che crollano, il Museo d’Arte Moderna di Napoli che non riesce più a pagare le bollette, il Teatro dell’Opera di Roma che riduce il personale tecnico. Quanto al paesaggio siamo il paese più cementificato d’Europa… che ne sarà dell’Italia? Con il linguaggio della danza e quello del teatro attraverso il principio del contrasto estetico tra tensione e distensione, la denuncia diventa spettacolo attingendo alla poesia, all’immagine, al simbolo e all’ironia.
14 / 10

ore 21.30

>> ONDADURTO TEATRO

Crash Flight

– Performance

Uno spettacolo onirico e surreale. Un vecchietto scorbutico aiutato a realizzare un sogno da un inventore e il suo goffo assistente. Una macchina che gli permetterà di prendere il volo: una giostra / macchina gestita dal vivo, dagli attori che sono performer / danzatori. E proprio quando ogni speranza sembra perduta, il nostro eroe è finalmente in grado di volare… finalmente potrà librarsi nel cielo e tornare ad essere bambino…

ore 22.00

>> TETES DE BOIS

Corazzata Potemkin

– Cinema / Musica

Musiche originali composte ed eseguite dai Têtes de Bois. Il film più famoso della storia del cinema e tra i più influenti per i suoi valori tecnici ed estetici, un’opera d’arte magistrale che sconvolge ancora oggi per le sue immagini trascinanti, realizzato grazie a straordinarie tecniche di ripresa e montaggio. La sfida del grande Ejzenštejn – che avrebbe voluto che la musica per i suoi film fosse rinnovata ogni dieci anni per stare al passo con le nuove generazioni – viene così accolta.
dal 11 al 14 / 10

La leggerezza del moto

– Installazione

Plasticità dinamiche, giochi di pieno e vuoto, linee essenziali che si scagliano nello spazio, lo percorrono, lo attraversano.
Macchine sceniche create e realizzate dal riutilizzo di materiali industriali.

Noi… a forza di essere vento

coordinamento Giulia Razzauti
– Fotografia

Dotati di macchine fotografiche usa e getta, alcuni bambini del Campo Stanziale Rom di Tor de Cenci – Roma, hanno ritratto la vita del “campo” seguendo un proprio personale modo espressivo: alcuni hanno ripreso dinamiche sociali, altri un lavoro del tutto personale e visionario, altri ancora quasi un lavoro di osservazione esterna e distaccata.